"Certamente in Italia il clima in cui lavorano le aziende è peggiorato. Per dirla tutta si è generata un'ostilità nei confronti delle imprese che non avevamo mai visto prima. È un grave errore, perché l' impresa è il vero incubatore della coesione sociale". Così Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda, in un'intervista a 'La Repubblica'. Il numero uno degli industriali milanesi fa notare che "un certo rallentamento del commercio mondiale, dovuto a fattori geopolitici, allo scontro tra le grandi potenze Usa, Russia e Cina che hanno interessi divergenti ma concordano sull'unico obiettivo di smontare l' Europa, si delineava da alcuni trimestri. In Germania gli ordinativi sono in forte calo, e per la manifattura italiana, che ha intrecci produttivi strettissimi con le filiere industriali tedesche, è una pessima notizia". In sostanza "si sta concretizzando il rischio che avevamo segnalato da tempo. La domanda estera è in forte calo, quella interna non è mai di fatto ripartita". Ma il rallentamento non è solo dovuto alla congiuntura esterna.

Fonte AdnKronos
CONDIVIDI