Roma, 11 feb. (AdnKronos) - L'obiettivo è diventare il 'grande federatore' del centrodestra anche in Europa. Da qui la necessità di cercare un accordo tra Ppe e sovranisti, come la Lega, convincendo Matteo Salvini ad allearsi con il gruppo guidato da Manfred Weber e quello dei Conservatori e riformisti, l'Ecr, dove il 'Capitano' ritroverebbe Giorgia Meloni. Questa, in sintesi, la strategia di Silvio Berlusconi a Bruxelles, che per la prima volta scardinerebbe le larghe intese tra Ppe Pse e Alde, al governo dell'Ue dal 2014, dando vita ad una maxi federazione conservatrice, popolare e sovranista, con possibili 'incarichi di governo' anche per il Carroccio. Una mossa studiata ad Arcore, innanzitutto, per ritagliare all'ex premier un ruolo di king maker fuori dai confini nazionali, come garante del fronte europeista.

Fonte AdnKronos
CONDIVIDI