"Una azione di risarcimento danni le  arriverà a breve, risponderà delle bugie". Lo ha detto Maria Elena  Boschi a Otto e Mezzo rivolgendosi a Marco Travaglio.  Un fiume in piena Boschi anche in seguito alle dichiarazioni e agli attacchi di oggi. Peraltro le dichiarazioni di Vegas di Consob non accreditavano certo le pressioni che per tutta la giornata le sono state attribuite. E cosi lei ha reagito così:

Sulle banche "nessun favoritismo nei  confronti di mio padre e della mia famiglia, il governo di cui facevo  parte ha commissariato il Cda di Etruria, mandando a casa tutti,  compreso mio padre"

 "Chi ha sbagliato deve pagare, mio padre  come gli altri. Anche se ci sono lacune sulla Vigilanza".

"Dimissioni? No, le opposizioni sono due  anni che ripetono la stessa cosa, quello che ho detto due anni fa lo  ridico e lo confermo".

 "Se fossi stata uomo non mi avrebbe  riservato quel trattamento, lei ha fatto i soldi andando in teatro con una donna poco vestita che ricordava in qualche modo me".

"Non ho chiesto nulla che eccedesse il  mio ruolo, non sono pentita di aver parlato con Vegas".  "Posso aver espresso preoccupazioni per una operazione che sarebbe stata fallimentare, quella della messa  insieme di Etruria e Vicenza, c'era preoccupazione sul territorio, ma  questo in una chiacchierata senza pressioni, e lo ha detto Vegas.  Dopo, Etruria e' stata commissariata, qual e' il favoritismo?", ha  aggiunto la sottosegretaria alla presidenza.      

"Non c'è conflitto interessi, lo ha  detto l'Antitrust. Mio padre non ha a ottenuto nessun trattamento di  favore, qual è il favore di averlo mandato a casa?".

 "E' capitato di parlare anche con  Ghizzoni, in diverse occasioni, ma non ho mai chiesto niente per  favorire Etruria o fatto pressioni".

 - Sulla mia candidatura "deciderà il Pd. Io mi auguro sia in Toscana alla Camera".

CONDIVIDI