"I politici utilizzano i quattrini nostri  per darli alle banche e poi le banche gli restituiscono il favore  tramite finanziamenti ai politici stessi o assunzioni". Lo ha detto in conferenza stampa Alessandro Di Battista, parlando del caso delle  banche venete.       

"Il problema è il conflitto di interessi che c'è tra sistema bancario, politico e mediatico. De Benedetti, che non si può nominare in tv come Lord Voldemort, è uno che ha preso quattrini da Mps e Banca Etruria  per le sue aziende", ha rimarcato l'esponente M5S.       

"Il Movimento 5 Stelle sta difendendo i risparmi dei cittadini  italiani. Ma il problema - ha insistito Di Battista - è il conflitto  di interessi. Se uno lavora nel dipartimento del Tesoro non dovrebbe  per legge, nei successivi cinque anni, finire in una banca d'affari".       

CONDIVIDI