Ad agosto l'indice destagionalizzato della produzione industriale registra un incremento dell'1,2% rispetto a  luglio. Corretto per gli effetti di calendario, l'indice è aumentato  in termini tendenziali del 5,7% (i giorni lavorativi sono stati 22  come ad agosto 2016). Lo rende noto l'Istat.       

Nella media del trimestre giugno-agosto 2017 la produzione è aumentata del 2,2% nei confronti dei tre mesi precedenti, mentre nella media dei primi otto mesi dell'anno la produzione è aumentata del 2,9% rispetto  allo stesso periodo dell'anno precedente.      

L'indice destagionalizzato mensile registra variazioni  congiunturali positive nei raggruppamenti dell'energia (+4,6%),dei  beni intermedi (+2,4%) e dei beni strumentali (+2,2%); segna invece  una variazione negativa il comparto dei beni di consumo (-0,5%).       

In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di  calendario registrano ad agosto 2017 una crescita significativa per  l'energia (+8,4%) e i beni di consumo (+6,8%); in misura rilevante  aumentano anche i beni intermedi (+5,4%) mentre una crescita più lieve segnano i beni strumentali (+3,1%).       

Per quanto riguarda i settori di attività economica, ad agosto 2017 i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli  della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati  farmaceutici (+22,2%),dell'attività estrattiva (+13,6%) e delle altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed  apparecchiature (+10,0%); diminuzioni si registrano invece nei settori della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica,  apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi  (-7,3%),della fabbricazione di apparecchiature elettriche e  apparecchiature per uso domestico non elettriche (-5,1%) e della  fabbricazione di mezzi di trasporto (-1,3%). 

"La produzione industriale è cresciuta in  un anno del 5.7%. Non è un miracolo, non è un caso: è il frutto delle  politiche economiche che hanno ridotto l'Irap, il costo del lavoro;  investito su iperammortamento, Sabatini, Pir, industria 4.0;  incentivato il lavoro e combattuto la rendita". Lo scrive su Facebook  Maria Elena Boschi.        "Quando si fanno le cose per bene, i numeri arrivano e il meglio deve  ancora venire. Nei #MilleGiorni abbiamo costruito leggi di bilancio  per far uscire l'Italia dalla crisi. Noi parliamo coi fatti e per noi  contano i risultati. Altri urlano e insultano ma sono fermi agli  slogan. Adesso andiamo #avanti, #avanti insieme", conclude la  sottosegretaria alla presidenza del Consiglio.