Il decreto lgs. 175/2014 è stato finalmente pubblicato sulla Gazzetta ufficiale ed entrerà quindi in vigore a partire dal 13 dicembre 2014 salvo diversamente specificato. Di seguito si evidenziano le diverse novità fiscali.

 Dichiarazione precompilata

Entro il 15 aprile di ogni anno l?agenzia delle entrate la renderà disponibile per dipendenti e pensionati; Entro il 7 marzo di ogni anno i sostituti d?imposta dovranno inviare all?agenzia delle entrate le certificazionidei redditi erogati ai lavoratori dipendenti ed autonomi;

 Disposizioni in materia di sostituti d?imposta

A partire dal 1 gennaio 2015 le compensazioni dei crediti maturati a seguito di rimborsi ai dipendenti non potranno essere più compensati automaticamente ma occorrerà predisporre un modello F24 apposito; A partire dal 1 gennaio 2015 in caso di eccedenza di versamento di ritenute queste non potranno essere più compensati automaticamente ma occorrerà predisporre un modello F24 apposito;

Disposizioni in materia di IVA

In caso di regime IVA per le sponsorizzazioni, l?IVA detraibile cresce dal 50% al 90%;

Disposizioni in materia di lettere d?intento

Per le operazioni dal 1 gennaio 2015 cambia integralmente il sistema di comunicazione (vedi circ. 14/11).Agli obblighi ivi citati si aggiunge la comunicazione riepilogativa in sede di dichiarazione IVA in campo al fornitore/prestatore.

 Disposizioni in materia di black list

La comunicazione avverrà ora su base annuale e non più mensile e/o trimestrale. Il limite è stato elevato da 500 a 10.000.= euro.

 Disposizioni in materia di Vies

L?iscrizione sarà ora immediata e non si dovrà attendere 30 giorni. Se non si presentano elenchi per 4 trimestri consecutivi si verrà automaticamente cancellati con l?obbligo di reiscriversi in presenza di anche una sola nuova operazione.

 Disposizioni in materia di responsabilità negli appalti

E? abrogata la responsabilità solidale dell?appaltatore verso il subappaltatore per il pagamento delle ritenute fiscali sui redditi da lavoro dipendente.

 Disposizioni in materia di estinzione di società

Gli effetti fiscali dell?estinzione della società a seguito di cancellazione dal registro delle imprese si avranno trascorsi cinque anni dalla cancellazione. Sono estese le resposansabilità dei liquidatori per imposte non pagate.

 Disposizioni in materia di società di comodo

Il periodo da prendere a riferimento sale da 3 a 5 anni.

 Disposizioni in materia di ritenute per agenti e rappresentanti

La richiesta di applicazione della ritenuta ridotta del 20% anziché del 50% può essere effettuata ora tramite PEC e con efficacia fino a revoca.

 Disposizioni in materia di successioni

La dichiarazione di successione per l?eredità devoluta al coniuge e/o figli senza immobili non è più dovuta per un valore dell?asse ereditario fino a 100.000?.

 Disposizioni in materia di ristrutturazioni edilizie

E? stata abrogata l?obbligo d icomunicazione per lavori a cavallo d?anno.

 

 

CONDIVIDI