Una storia di successo italiana va raccontata, soprattutto se la protagonista è una giovane donna. Nina è un?idea che nasce per fondere insieme la passione per l?arte, il design, la moda e l?amore per gli animali in un?unica opera d?arte. Tutto ha inizio dall?intraprendenza di Angela Resina, trentenne ingegnere ambientale siciliana, sensibile al mondo con grande creatività che l?ha portata a giocarsi in questa nuova start up. Possiede un cane di nome Nina che ha adottato da un canile, che adora e la segue ovunque. Angela disegna la prima Nina in colore bianco che fa realizzare da maestri artigiani italiani usando le più moderne tecniche di lavorazione e innovativi prodotti i cui componenti rispettano l'ambiente, utilizzando miscele pregiate di resina e polvere di marmo, studiando insieme a loro i migliori abbinamenti, le colorazioni, le finiture.

Una ricerca continua della perfezione che porta oggi Nina a essere un prodotto di alta qualità artistico-artigianale completamente Made in Italy. Angela porta Nina in giro per l'Italia e si afferma nelle principali località turistiche e nelle metropoli dove raccoglie consensi di personaggi dello spettacolo, dello sport, dell'imprenditoria, e registra anche l?attenzione da parte di personaggi stranieri che si contendono la condivisione di una Nina da riportare nel loro Paese.

Si afferma prima a Taormina, durante il consueto Film Festival per poi spostarsi a Capri e recentemente a Venezia durante la Biennale del Cinema, con alcune apparizioni in Expo 2015. ? A Capri Susan Saradon si è messa il rossetto e ha baciato Nina ? racconta Angela ? poi mi ha detto ?mettila all?asta. E? firmata da me. Ora porterò Nina al Vogue Fashion Night Out di Milano. Contatti e richieste stanno crescendo ogni giorno?

Ogni Nina è un?esperienza che trasmette emozioni, le serie portano i nomi dei suoi caratteri e colori, in fantastiche e infinite tonalità, ne esaltano la bellezza mentre una collezione artistica rende ogni esemplare unico. Per quest?ultima, molti artisti di arte contemporanea interpretano a loro modo Nina, con le loro esclusive tecniche di colore la trasformano in pezzi irripetibili che costituiscono la base di una nuova forma di collezionismo.

Ma l?idea che Angela ha sviluppato non si ferma qui perché non ha certamente trascurato l'aspetto sociale ed è per questo che una parte del ricavato della vendita viene devoluto a strutture di accoglienza di cani abbandonati. Un?idea destinata a registrare successi internazionali per la sua sensibilità nei confronti degli animali, l?attenzione al design e all'arte, con una produzione tutta italiana che rende Nina un? iniziativa unica nel suo genere. Nina è un'idea in continuo movimento, Nina è energia che si muove, Nina è il simbolo dell'Italia che inventa, produce e si afferma nel mondo con la spinta dei giovani?il successo è assicurato.

CONDIVIDI