"In queste ore il mondo saluta l'elezione  del nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump. A nome dell'Italia mi congratulo con il Presidente degli Stati Uniti  d'America e gli auguro buon lavoro, convinto come sono, e come siamo,  che l'amicizia italo-americana continuerà ad essere forte e solida".  Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante il  suo intervento alla cerimonia d'inaugurazione dell'Anno accademico  della Scuola di perfezionamento per le Forze di Polizia. (segue)

"Credo che questo sia il punto di partenza per tutta la  comunità internazionale -ha detto ancora il premier- anche al netto  delle differenze e diffidenze che una certa campagna elettorale ha  comprensibilmente suscitato oltre Oceano e qua".       

"Questo fatto politico, insieme a tanti altri che quotidianamente  accadono, dimostrano che siamo in una stagione nuova, anche del  rapporto tra comunità, consenso e idea stessa di organizzazione  statuale. C'è bisogno di riflettere su come il Paese riesce a creare  una struttura che sia forte in modo strutturato, a prescindere dalle  singole maggioranze e dalle singole elezioni, al netto delle  valutazioni politiche che gli elettori fanno di volta in volta".    

 "A quelli che credono nei sondaggi  ultimamente non va benissimo. Ma io non credo nei sondaggi ma nelle  impressioni dei sindaci". Lo ha detto Matteo Renzi alla manifestazione dei sindaci per il si'.        "La partita ce l 'avete in mano voi perché la gente continua ad  ascoltare i sindaci, la vostra azione e' decisiva", ha aggiunto il  premier. 

CONDIVIDI