"In queste ore di tensione e di grande  ansia è necessario rilanciare il massimo impegno politico e  diplomatico per bandire l'uso criminale di armi chimiche, fermare le  violenze e restituire la parola al negoziato come unica strada per  mettere fine al dramma che la Siria vive da sette anni". Lo dicono il  segretario reggente Pd Maurizio Martina e il responsabile Esteri dem  Piero Fassino.      

  "Sosteniamo la posizione assunta dal governo e dal presidente  Gentiloni e ogni iniziativa intrapresa dall'Unione europea e dall'Onu  a cominciare dall'impegno del suo inviato Staffan De Mistura  -proseguono-. In particolare riteniamo che la Conferenza  internazionale sulla Siria convocata il 24/25 aprile a Bruxelles dovrà essere la sede per uno sforzo di responsabilità di tutta la comunità  internazionale, in primo luogo dei Paesi che hanno il maggior ruolo in quella drammatica crisi

CONDIVIDI