E' guerra di tweet tra il presidente  americano Donald Trump e il senatore Repubblicano e capo della  Commissione Esteri Bob Corker. Trump gestisce il suo mandato come "un  reality show", ha allertato il senatore, sottolineando che le minacce  rivolte dal leader della Casa Bianca ad altre nazioni rischiano di  avviare il paese "verso la terza guerra mondiale". Corker, citato dal  New York Times', si dice allarmato per un presidente che agisce "come  se stesse facendo 'The Apprentice' o qualcosa del genere". "Mi  preoccupa, dovrebbe preoccupare chiunque abbia a cuore la nostra  nazione".       

Commenti che hanno chiuso una giornata di scambi al vetriolo tra il  presidente e il senatore, iniziata con un tweet di Trump che accusava  Corker di non candidarsi per la sua rielezione nel 2018 per mancanza  di fegato. "E' un peccato che la Casa Bianca sia diventata un asilo  nido per adulti", gli ha replicato il senatore. 

Secondo Trump, il senatore lo avrebbe supplicato di  garantirgli il suo sostegno. "Gli ho detto NO e lui ha rinunciato",  scrive Trump, per il quale Corker sarebbe convinto "di non poter  vincere senza il suo appoggio" e gli aveva anche chiesto di essere suo segretario di Stato: "Ho detto NO GRAZIE", scrive il leader della Casa Bianca. Ricostruzione del tutto contestata dal senatore: è stato Trump a chiedergli di ricandidarsi, afferma, promettendogli il suo appoggio.       

Quello che emerge chiaramente è la distanza che si è venuta a creare  tra i due e l'idea di Corker di un presidente che si lascia andare ad  uscite irresponsabili, un politico novellino che non ha portato a  compimento la transizione dal mondo dello spettacolo a quello della  Casa Bianca.       

Trump rappresenta un pericolo così forte - ha spiegato il senatore in  un'intervista telefonica al New York Times - da dover essere protetto  dai suoi stessi istinti da una serie di funzionari  dell'amministrazione. "So per certo che ogni singolo giorno alla Casa  Bianca si verifica una situazione in cui si cerca di contenerlo".   

CONDIVIDI