"Nessun presidente è stato tratto  dai media peggio di me. All'indomani della precisazioni del  procuratore speciale Robert Mueller sulle rivelazioni del sito  BuzzFeed, Donald Trump si scatena contro i media, accusati di averlo  preso di mira malgrado il successo della sua presidenza.       

"Nessun presidente dai tempi di Abramo Lincoln è stato trattato peggio o più ingiustamente dai media del vostro Presidente favorito, io! Allo stesso tempo nessun presidente ha realizzato così tante cose nei suoi  primi due anni in carica!", ha esordito questa mattina Trump su  twitter. "Le fake news sono veramente IL NEMICO DEL POPOLO", aveva  scritto prima di andare a dormire.       

Oggi la raffica di tweet è proseguita sullo stesso tema: "L'Economia è la migliore della nostra storia, con la disoccupazione al minimo da 50 anni e la borsa pronta a sfondare nuovi record (già segnati da noi). E tutto quello che avete sentito ieri, sulla base di una storia fasulla, è Impeachment. Se volete che la Borsi crolli, mettete Trump sotto  impeachment!". "Molti dicono che i media mainstream avranno molte  difficoltà a ripristinare la loro credibilità dopo il modo in cui mi  hanno trattato negli ultimi tre anni... come sottolineato dal  vergognoso articolo su BuzzFeed e l'ancor più vergognosa copertura" di questa notizia, ha aggiunto.

A scatenare Trump sono state le  dichiarazioni del procuratore speciale che indaga sul Russiagate, che  ha definito "inaccurato" lo scoop di BuzzFeed. Il sito di news aveva  scritto che l'ex legale di Trump, Michael Cohen, ha mentito al  Congresso su istigazione del presidente.     

CONDIVIDI