"Questo signore ignora cosa sta  accadendo qui. Ma la sua ignoranza porta anche al disconoscimento  della lotta di un popolo. Una lotta che oggi è riconosciuta da tutto  il mondo, da 26 nazioni europee su 28, dai Paesi africani, in Oceania… Venisse qui a farsi un giro, a vedere qualche ospedale, o magari  qualche città di frontiera, a Boa Vista, si facesse due chiacchiere  con i parenti dei nostri prigionieri politici, dei nostri  esiliati...". Così, in un'intervista  l'autoproclamato presidente ad interim del Venezuela, Juan Guaidò,  risponde alle parole di Alessandro di Battista.       

"In questi giorni - prosegue ancora - sto parlando con molti italiani. Mi tengo in contatto con Salvini, e frequento gli italo venezuelani.  Il mio stupore nei confronti della posizione dell'Italia è anche il  loro".  

CONDIVIDI