"Capisco le sensibilità di tutti e  apprezzo le doti di equilibrio del presidente Conte. Ma non si può  negare l'evidenza: Maduro è un delinquente, un fuorilegge, un  presidente abusivo che è scaduto e decaduto, e la Costituzione  venezuelana, che è l'unico riferimento a cui riferirsi, prevede che le elezioni vengano accompagnate dal presidente pro tempore, che è il  presidente dell'Assemblea Guaidò. Non c'è nessuno che si è  autoproclamato, gli americani, gli alieni o i salviniani. C'è un  presidente illegale che tortura, arresta, affama, che massacra, e c'è  una comunità che ha diritto di votare liberamente, e io penso  soprattutto al milione di italiani o discendenti di italiani che  aspetta libertà". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo  Salvini, oggi a Monteroni d'Arbia (Siena)

CONDIVIDI