Parigi e Berlino rinnoveranno  formalmente la loro collaborazione ed amicizia con una nuova intesa,  ad integrazione e rafforzamento del Trattato dell'Eliseo firmato da  Charles De Gaulle per la Francia e Konrad Adenauer per la Repubblica  federale di Germania il 22 gennaio 1963 a Parigi. Domani  saranno questa volta il presidente francese Emmanuel Macron e la  cancelliera tedesca Angela Merkel a sottoscrivere l'intesa nel corso  di una cerimonia che si terrà nella Sala delle Incoronazioni del  Municipio di Aquisgrana, nel NordReno Vestfalia.       

Il nuovo trattato di integrazione e cooperazione - si legge sul sito  dell'Eliseo - "avrà come base fondante il Trattato dell'Eliseo, che ha ampiamente contribuito alla riconciliazione storica franco-tedesca. La nuova intesa ha per obiettivo un'accresciuta convergenza tra i due  paesi, che dovranno prepararsi alle sfide cui saranno confrontati nel  XXImo secolo". 

- Il Trattato di Aquisgrana - sottolinea l'Eliseo sul suo  sito - rafforzerà i legami già stretti tra Germania e Francia, nei  settori, tra gli altri, della politica economica, della politica  estera e di sicurezza, dell'educazione e della cultura, della ricerca  e della tecnologia, del clima e dell'ambiente oltre che a livello di  cooperazione tra regioni frontaliere e società civili. "I due paesi  puntano ad approfondire il loro comune impegno per la sicurezza e la  prosperità dei loro cittadini, nel quadro di un'Europa più sovrana,  unita e democratica".       

"Con il nuovo Trattato franco-tedesco rivolgiamo lo sguardo al  futuro", afferma il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, in una  dichiarazione riportata sul sito del ministero degli Esteri di  Berlino. "Uniamo le nostre forze per far sì che su temi quali la  digitalizzazione, l'istruzione e la tecnologia i nostri due paesi  siano pronti per l'avvenire. E ci schieriamo assieme a difesa di  un'Europa forte e capace, di un mondo pacifico e di un ordine basato  sulle regole".     

CONDIVIDI