La combinazione di bassa crescita  economica ed elevato debito pubblico richiede un livello di  responsabilità che va oltre le regole di bilancio dell'Ue. Lo ha  detto, riferiscono fonti Ue, il presidente della Bce Mario Draghi,  durante la riunione dell'Eurogruppo di lunedì scorso a Bruxelles  dedicata all'opinione negativa della Commissione Europea sul documento programmatico di bilancio dell'Italia, emessa il 23 ottobre.       

Draghi durante la riunione dell'Eurogruppo, a porte chiuse, non ha  citato l'Italia esplicitamente, ma il riferimento era chiaro. In  sostanza, il messaggio del presidente della Bce è che l'Italia, nella  condizione in cui si trova, non dovrebbe solo rispettare le regole Ue, ma anche essere molto prudente. Draghi ha anche sottolineato che le  politiche di bilancio condotte secondo le regole sono molto importanti per il funzionamento dell'Unione monetaria, aggiungendo che sostiene  la Commissione Europea, come guardiano del patto di stabilità e  crescita.      

CONDIVIDI