"Sono stato eletto segretario della Lega  nel 2014, quando sono iniziate le sanzioni: tutto questo finirà, non  so quando, ma sono ragioni economiche, i diritti umani non c'entrano  nulla".

"E' una follia: noi stiamo sanzionando la  Russia per l'Ucraina, ma stiamo rincorrendo e finanziando un paese  culturalmente asiatico, a cui abbiamo dato 15 mld di euro negli ultimi anni, un paese che occupa da 44 anni, militarmente, uno dei paesi  membri dell'Unione Europea". Così Matteo Salvini a Mosca all'assemblea generale di Confindustria Russia, riferendosi alla Turchia.   

CONDIVIDI