Il presidente russo Vladimir Putin ha  avuto un colloquio telefonico con la cancelliera tedesca Angela  Merkel, alla quale ha espresso la sua "seria preoccupazione" per  l'instaurazione della legge marziale in Ucraina. Nel corso di un  colloquio telefonico di cui ha dato notizia un comunicato del  Cremlino, Putin "ha espresso la sua seria preoccupazione per la  decisione di Kiev di instaurare la legge marziale", dopo il sequestro, domenica, da parte di Mosca di tre motovedette ucraine nello stretto  di Kerch, e ha detto di "sperare che Berlino possa esercitare la sua  influenza sulle autorità ucraine perché le dissuadano da ulteriori  azioni avventate". 

 

CONDIVIDI