"Ci sono discussioni in corso. Il ministro Tria ha già dato delle indicazioni. Per noi il tema non è il livello  del deficit ma soddisfare le promesse che abbiamo fatto ai cittadini". Così il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro,  Luigi Di Maio alla Camera al termine dell'incontro con il Commissario  Ue, Gunther Oettinger, in merito al rapporto deficit/pil sotto il 2%.       

"Nel corso dell'incontro con il  Commissario Ue Gunther Oettinger ho ribadito la posizione del Governo  che è quello del veto ma allo stesso tempo continuiamo in un colloquio franco e cordiale nella discussione del prossimo bilancio Ue che ci  vede molto preoccupato". Così il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio alla Camera al termine  dell'incontro con il Commissario Ue, Gunther Oettinger.       

"Abbiamo avuto un incontro con Oettinger questa mattina con il quale - rileva ancora Di Maio- abbiamo discusso del prossimo bilancio dell'Ue. Ho chiarito la posizione dell'Italia sul veto alla prossima  programmazione di bilancio che non cambia ma abbiamo espresso  preoccupazioni per il taglio del fondo agricoltura, circa 3 mld  perderà l'agricoltura, per il ricalco dei fondi di coesione sociale  che ci danneggia perché non considera più il pil pro capite e il pil  pro capite decresce in Italia", sottolinea il ministro.    

   Allo stesso tempo, rileva Di Maio, "abbiamo anche detto che Italia  deve fare la sua parte sull'utilizzo dei fondi europei. Ancora non si  nota nei dati ma il lavoro che sta facendo il ministro per il Sud  Barbara Lezzi nel relazionarsi con tutte le regioni per verificare  quali sia lo stato di spesa dei fondi europei è un lavoro molto  importante che sicuramente ci permetterà di abbattere il rischio di  perdere fondi".   

CONDIVIDI