"L'interlocuzione tra il Governo italiano e la Commissione europea avviene nel contesto di un dialogo proficuo e  costante. Come ricordato dal Presidente Mattarella, c'è senz'altro il  comune intento di lavorare alla stabilità dei conti pubblici e alla  tutela del risparmio". E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi in risposta alla lettera con cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sollecitato "il governo a sviluppare, anche nel corso  dell'esame parlamentare, il confronto e un dialogo costruttivo con le  istituzioni europee".       

"In un periodo caratterizzato da un ciclo economico avverso - spiega  la nota della presidenza del Consiglio -, il Governo intende  rilanciare la crescita e l'occupazione, con una particolare attenzione agli investimenti pubblici, alla creazione di un ambiente normativo e  istituzionale favorevole agli investimenti privati e al contrasto  della povertà e delle disuguaglianze. L'obiettivo di tutto il Governo  è pervenire a un'Italia deburocratizzata e digitalizzata, attenta ai  bisogni dei cittadini, in un quadro di stabilità finanziaria e di  sviluppo sociale ed economico".     

CONDIVIDI