"Sono contro l'aumento delle tasse e  del biglietto del tram a Milano. Il biglietto del tram a Milano penso  che sia già sufficientemente caro. Far pagare 2 euro a chi prende la  metropolitana a Milano non mi sembra che aiuti l'ambiente e i  milanesi". Lo afferma il ministro dell'Interno e leader della Lega  Matteo Salvini a margine di un evento a Milano.       

Dopo aver cambiato a livello nazionale, "Ci prepariamo a cambiare  anche a Milano, cambiando anche il sindaco. Se un milanese è contento  dell'aumento del biglietto me lo dica. Io non ne ho ancora trovato  uno", conclude Salvini.       

- "Ora Salvini ha da dire anche sul  biglietto della metropolitana. Ma prima o poi comincerà a fare quello  per cui è pagato e cioè il ministro dell'Interno?". Così il sindaco  del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, replica a distanza alle  critiche mosse dal ministro e leader della Lega Matteo Salvini sul  previsto aumento del biglietto per i trasporti pubblici a Milano.      

  "Il ministro (a tempo perso) cominci a spiegare agli italiani quanti  dei 600.000 clandestini (come li chiama lui) da rimpatriare (come  aveva promesso) sono stati effettivamente rimpatriati. Un glorioso  Paese come l'Italia - conclude il primo cittadino sul suo profilo  Facebook - ha bisogno di un altro ministro dell'Interno".  

CONDIVIDI