In mancanza di una maggioranza politica  definita, il tentativo Roberto Fico é "doveroso" e il Pd, se non vuole diventare una forza marginale, ha il dovere di andare al confronto con il M5S. E' la posizione espressa dal sindaco di Milano Giuseppe Sala.

"Dobbiamo pensare che gli italiani - ha aggiunto - non hanno aderito  così tanto al nostro messaggio ma dobbiamo difendere la nostra idea.  Quindi ora c'è da sedersi con tutti e parlare di programmi. Non è  semplice però io un'idea ce l'ho chiara e cioè: se c'è una via di  peggiorare ancora la percezione del Pd da parte degli italiani è  quella di fare gli offesi perché gli italiani non ci hanno incoronato  e rimanere in un risentito silenzio.        "

Bisogna far vedere che la sinistra c'è, farlo è un dovere per i  nostri elettori e per quanti potenzialmente sono nostri elettori ma al momento sono andati da un'altra parte, e sottolineo al momento". Però  sui social tra i militanti e gli elettori Pd, prevale la richiesta di  restare fuori dalle trattative con M5S e centrodestra. "Lo capisco  però ci sono anche i doveri istituzionali e chi governa un partito" e  occorre andare oltre i toni durissimi del M5S contro il Pd in campagna elettorale.  

"Ma le alleanze - aggiunge il sindaco di Milano - non si fanno su mille punti, la mia idea è: vediamo se sul tema del reddito  di cittadinanza o del welfare allargato si trova condivisione, certo è che se il punto dei 5Stelle deve essere quello di distruggere la  Fornero non sarà facile. Poi si può parlare di tasse, di pensioni, ma  sono 4-5 punti fondamentali, noi ci siamo giocati parte del consenso  sul tema dell'immigrazione, dobbiamo difendere la nostra linea fatta  di doveri e solidarietà, stiamo parlando di principi di sinistra.       

Lei ritiene che questo atteggiamento possa essere compreso anche  dall'ex segretario Matteo Renzi? "Proviamoci - risponde Sala - mi  aspetto che Renzi esca un po' dal suo silenzio, dica cosa ne pensa,  perché lui ha un ruolo fondamentale nel Pd e molti degli elettori, dei deputati, dei senatori, credono in lui. Un ultimo tema è quello di un  possibile governo di transizione a cui molti guardano e molti dicono  che sarà la soluzione finale".    

CONDIVIDI