"La decisione di ridimensionare i poteri  di Cantone, approvata dal Consiglio dei ministri è di una gravità  inaudita" scrive in una nota il coordinatore dell'Esecutivo dei Verdi  Angelo Bonelli, che prosegue: "Depotenziare i poteri  dell'Anticorruzione corrisponde evidentemente a una paura e a una  logica tutte interne ai detentori del potere politico ma evidenzia in  maniera esponenziale e sostanziale la distanza tra il sentimento dei  cittadini e quanto poi viene deciso nei palazzi."       

"Questa distanza abissale -sottolinea- mina il poco sentimento di  fiducia che ancora era rimasto negli italiani nei confronti delle  istituzioni -conclude Bonelli- ma è chiaro che questo scollamento dei  cittadini porterà chi ha proposto il declassamento di Cantone verso la sconfitta elettorale."       

 

CONDIVIDI