"Escludo nel modo più assoluto che ci sia  un accordo segreto. Se Maroni ha dei motivi personali che lo hanno  spinto a non ricandidarsi alla presidenza della regione Lombardia, a  due mesi dal voto, dico che è assolutamente impensabile che si possano pensare per lui dei ruoli politici e tantomeno dei ruoli nel futuro  governo". Lo ha detto il presidente di Fi, Silvio Berlusconi

"Io una minaccia per l'economia? E' una  stupidaggine colossale. Questa affermazione non merita nemmeno una  risposta". Ha così replicato a Matteo Renzi che ieri aveva definito un ritorno di Berlusconi al governo 'una minaccia per l'economia'.  

"Magari, magari, a chi non piacerebbe avere Mario Draghi alla guida dell'Economia, ma io non l'ho candidato e non  voglio che su questa cosa vengano fatte delle strumentalizzazioni. Ho  fatto il nome di Draghi per indicare il profilo di un futuro,  possibile, ministro del governo di centrodestra. Non mi risulta  purtroppo che il presidente della Bce sia interessato ad avere un  ruolo di governo". Lo ha detto il presidente di Fi, Silvio Berlusconi, ospite di Radio Capital. 

Sul Governatore della Lombardia: "Stiamo valutando la proposta della Lega,  anche sondaggi alla mano, per la candidatura di Attilio Fontana, che  da sindaco di Varese è stato un apprezzato amministratore. Stiamo  attendendo i sondaggi per vedere quali sarebbero i risultati di uno  scontro Gori-Fontana o di uno scontro tra Gori e una nostra  candidatura, che può essere Maria Stella Gelmini".

- "Con la Lega abbiamo parlato di come  superare quegli aspetti della legge Fornero che, tra l'altro, sono già stati rivisti. Faremo un esame preciso ed elimineremo quegli aspetti  che ci sembrano ingiusti. Non la aboliremo, interverremo dove e è  giusto intervenire". Così ha detto il presidente di Fi, Silvio  Berlusconi della ribadita volontà di Matteo  Salvini di abrogare la revisione del sistema pensionistico che venne  adottato con la legge Fornero.