Il presidente della Regione  Lombardia, Roberto Maroni, ringrazia il sindaco di Milano, Giuseppe  Sala, tutti gli operatori economici e anche il governo che "si è mosso con grande intensità, da Enzo Moavero in su, e il presidente del  Consiglio Gentiloni ci ha messo la faccia". La partita di "Ema  finisce, ma non il ruolo che Milano e la Lombardia vogliono avere  nelle scienze della vita".       

"C'è una grande delusione ma anche consapevolezza di aver fatto tutto  quello che si poteva fare per avere un dossier competitivo e si è  visto nelle prime votazioni", aggiunge il governatore lombardo,  commentando il verdetto su Ema in una conferenza stampa congiunta al  Pirellone, con il sindaco Sala che è dello stesso avviso e sottolinea  come non ci siano "rimpianti o cose lasciate al caso".