"E’ stato presentata il 6 agosto un’interrogazione parlamentare da parte di Liberi e Uguali, a firma Roberto Speranza e Federico Conte, per chiedere chiarimenti sulla compatibilità del doppio ruolo ricoperto da Matteo Salvini come Ministro della Repubblica e leader della Lega Nord che nel suo programma propone ancora la secessione dall’Italia della Padania". Si legge in una nota di Leu. "Nell'atto, indirizzato a Salvini e al ministro dell'Economia Giovanni Tria, si chiede inoltre di verificare la compatibilità dello sdoppiamento dello statuto del partito, con le disposizioni che riguardano l'attribuzione di risorse derivanti da entrate fiscali ai partiti".Speranza e Conte, inoltre, sottolineano nell'interrogazione come "oltre alle questioni di natura contabile, infatti, si porrebbe un problema di natura costituzionale: il ministro dell'Interno ha giurato fedeltà alla Costituzione che, all'articolo 5, prevede l'indivisibilità della Repubblica ma, al contempo, si trova ad essere capo di un movimento che propugna l'indipendenza di una porzione di territorio italiano: il ministro dell’Interno Matteo Salvini pur avendo giurato fedeltà alla Costituzione, che sancisce all'articolo 5 che la Repubblica è una e indivisibile, è al momento leader della Lega Nord per l'indipendenza della Padania, un movimento che ha per finalità la divisione del Paese. Questi i motivi alla base della richiesta di verificare se sia lecito che Matteo Salvini possa ricoprire contemporaneamente queste due cariche".

CONDIVIDI