"Noi siamo pronti da settimane. Se tutti  avessero la nostra disponibilità a cominciare a lavorare, il governo  sarebbe già in carica. Purtroppo ci sono da quasi tutte le parti veti, bisticci, polemiche, litigi, esclusioni, preclusioni... cosa che noi  non facciamo". Lo dice dal Molise il leader della Lega Matteo Salvini, il quale torna a ribadire il suo no a un governo con il Pd. Al capo  politico 5 Stelle Luigi Di Maio - che aveva bollato il centrodestra  unito come "un danno per il Paese" - Salvini replica chiedendo  "rispetto" per il voto espresso dagli elettori il 4 marzo.

CONDIVIDI