- "Il governo italiano ha avviato un  coordinamento permanente a Palazzo Chigi , che ha seguito tutte le  fasi negoziali e coordinato i preparativi di emergenza assicurando uno stretto raccordo con le istituzioni europee e gli altri stati membri"  in caso di Brexit senza un'intesa. E' quanto spiegato dal ministro  delle Politiche europee Paolo Savona rispondendo al question time alla Camera. A dicembre scorso "subito dopo il rinvio del voto di ratifica  nel Regno Unito - ha aggiunto Savona - il governo ha pubblicato delle  linee di intervento in caso di emergenza che saranno oggetto di un  pacchetto di misure legislative e amministrative apposite".       

In particolare sulla messa in sicurezza dei diritti dei cittadini  italiani in Gran Bretagna "è stato condotto un costante dialogo sulla  necessità di garantirli anche in caso di no deal" con il risultato di  raggiungere con il Regno Unito "un impegno condiviso nell'offrire la  messa in sicurezza dei diritti acquisiti anche in caso di recesso  dall'accordo".   

CONDIVIDI