Il primo ministro greco, Alexis  Tsipras, ha negato di aver raggiunto un accordo segreto sui migranti  con la cancelliera tedesca Angela Merkel. Secondo voci circolate ad  Atene, Tsipras avrebbe ottenuto il via libero di Berlino a rinviare  l'aumento dell'Iva sulle isole dell'Egeo orientale in cambio della sua disponibilità a riprendersi i migranti arrivati in Germania dopo  essere stati registrati in Grecia.       

Il primo ministro greco ha però smentito decisamente la notizia,  accusando in parlamento il partito di opposizione Nuova Democrazia di  aver diffuso le voci.       

A margine del vertice europeo della settimana scorsa, la Merkel ha  raggiunto con Grecia e Spagna accordi sul respingimento dei migranti  già registrati in questi due paesi. Nella stessa occasione, Tsipras ha annunciato il rinvio dell'aumento dell'Iva per compensare le isole dal carico rappresentato dall'arrivo dei migranti. La crescita dell'Iva  dal 17 al 24% a Lesbo, Chio, Samo, Leros e Kos sarebbe dovuta scattare il primo luglio nell'ambito delle riforme previste dagli accordi con i creditori internazionali.      

CONDIVIDI