"Gliela porto molto volentieri una  maglietta al Viminale, un piccolo gesto, fatto con rispetto". Così don Luigi Ciotti, risponde alla inviata di Rainews 24 Angela Caponnetto,  che gli chiede un commento al post del ministro dell'Interno, Matteo  Salvini, che ha detto di non avere nel cassetto una maglietta rossa  come quella che il sacerdote ha chiesto di indossare per ricordare i  migranti morti nel Mediterraneo.       

"Credo che dobbiamo poter incontrarci, per metterci nei panni un po'  degli altri - conclude il fondatore di Libera - Importante è  riflettere, porsi delle domande, anche nelle diversità".     

CONDIVIDI