Un sito raccoglierà le candidature degli  aspiranti ministri del nuovo governo iracheno. L'iniziativa senza  precedenti è stata lanciata dal premier incaricato, lo sciita Adel  Abdul Mahdi, alle prese con il difficile compito di allestire una  coalizione di governo che lo sostenga tenendo conto dei rapporti di  forza in Parlamento emersi dalle elezioni dello scorso maggio.       

Gli aspiranti ministri, sia donne che uomini, potranno inviare da  stamane fino a giovedì pomeriggio le loro candidature corredate dai  dati personali, indicando il loro orientamento politico e l'eventuale  appartenenza a partiti.  

Tutti i candidati devono essere in possesso della laurea o di  un titolo di studio equivalente. Inoltre dovranno indicare il  ministero che aspirano a guidare ed esprimere sinteticamente la loro  visione su ciò che rende un "leader di successo" e su "come gestire i  team in modo efficace". Ai candidati è richiesto, inoltre, di  presentare "soluzione pratiche" per superare i problemi che riguardano i ministeri per i quali hanno applicato.      

  Ex vice presidente iracheno nonché ministro del Petrolio e delle  Finanze, il 76enne Abdel Mahdi è stato incaricato il due ottobre dal  presidente Bahram Saleh e ha tempo fino al primo novembre per mettere  insieme la squadra di governo da presentare in Parlamento per la  fiducia.  

CONDIVIDI