"Forte preoccupazione per il rischio che  la manovra economica presentata dal governo, con l'intento dichiarato  di sostenere una crescita maggiore, possa invece generare una vera e  propria recessione, creare tensioni nell'Eurozona e incidere  negativamente sulla reputazione del nostro paese, per incapacità a  mantenere gli impegni presi a livello internazionale". E' quanto si  legge in una nota diffusa al termine della Giunta di Assonime,  presieduta da Innocenzo Cipolletta, che si è riunita questa mattina a  Roma.       

"Poiché la legge di Bilancio non ha ancora superato il vaglio del  Parlamento, esiste lo spazio temporale per modificarla e riproporla al fine di evitare lo scontro con la Commissione europea. La  riformulazione della legge potrebbe portare ad un calo significativo  dei tassi di interesse e aprirebbe nuovi spazi per una vera politica  di rilancio della nostra economia", si legge nella nota.        

La Giunta ha poi discusso gli effetti negativi che l'aumento  strutturale dello spread "sta avendo sui vari comparti del mercato  finanziario italiano, deprimendo le quotazioni di borsa, rendendo più  difficile e costoso il finanziamento di imprese e famiglie e  indebolendo la struttura patrimoniale e la posizione competitiva delle banche. Il rischio imminente è che l'aumento dello spread, che incide  direttamente sul capitale delle banche, induca una forte restrizione  del credito". La Giunta, si legge ancora, "ha inoltre analizzato la  preannunciata revisione del sistema delle concessioni, sottolineando  gli spazi per un miglioramento, ma richiamando al contempo l'esigenza  di rispettare gli impegni contrattuali".  

È stato presentato alla Giunta il Rapporto del Gruppo di lavoro su 'Politica delle infrastrutture e degli investimenti: come  migliorare il contesto italiano', coordinato da Gaetano Maccaferri,  che contiene una serie di proposte tese a rimuovere i blocchi  istituzionali che frenano lo sviluppo del settore. Il Rapporto verrà  pubblicato ed inviato al governo nei prossimi giorni.      

Sono stati infine cooptati fra i membri di Giunta Giuseppe Cornetto  Bourlot, Presidente Lunedes; Gianluca Garbi, Amministratore Delegato  di Banca Sistema; Rinaldo Ocleppo, Presidente Buffetti; Fabrizio  Palermo, Amministratore Delegato Cassa Depositi e Prestiti; Giuseppe  Zappalà, Presidente Q8. Erano presenti alla riunione, oltre al  Presidente Innocenzo Cipolletta e al Past President Maurizio Sella:  Alberto Giovanni Aleotti, Cesare Avenia, Stefania Bariatti, Franco  Bassanini, Matteo Bianchi, Bruno Ferroni, Agostino Gavazzi, Piero  Gnudi, Daniele Guarnieri, Pietro Guindani, Pietro Ladisa, Giuseppe  Lavazza, Carlo Mammola, Eugenio Pinto, Aurelio Regina, Andrea Simoni,  Maurizio Stirpe e Pierluigi Stefanini.    

CONDIVIDI