'Azzerare i fondi per le testate edite da cooperative di giornalisti, mettendo a rischio la qualità  dell'informazione e centinaia di posti di lavoro, significa essere  miopi e attenti più all'annuncio che alla sostanza del provvedimento.  Una costante della maggioranza e del governo. Oltre al danno, anche la beffa". Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia  alla Camera.       

"A farne le spese -aggiunge- sarebbero centinaia di testate e di  emittenti locali che rendono un servizio indispensabile e  insostituibile. E comunque, qualora l'intento del governo fosse di  natura punitiva, nei confronti di quegli organi di informazione che  non seguono le direttive dettate da Casaleggio e Casalino, l'errore  sarebbe doppio".       

"In una democrazia matura, infatti -prosegue- la stampa deve essere  libera dalle ingerenze della politica e comunque questo intervento non toccherà affatto le grandi testate. Insomma, incapaci e incompetenti  al quadrato. Forza Italia, come sempre, ce la metterà tutta in  Parlamento affinché provvedimenti come questo che danneggiano la  libertà di informazione, in special modo quella locale, non abbiano  vita facile''.     

CONDIVIDI