"Informeremo il Governo che siamo  contrari a questo modo di accogliere, a una politica migratoria che  riteniamo dannosa per la nostra popolazione, e che prenderemo con i  tempi necessari tutti i provvedimenti anche per modificare le  competenze che si era presa in capo l'amministrazione in termini di  investimenti di carattere economico e finanziario". Lo ha affermato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, al  termine della prima riunione del nuovo esecutivo regionale che si è  tenuta oggi a Trieste.       

In proposito Fedriga ha precisato che invierà una comunicazione al  Governo precisando la nuova posizione della Regione sull'accoglienza  diffusa, "che - ha rimarcato - non condividiamo". Oltre a questa  decisione, oggetto di una generalità di Giunta che il governatore ha  tenuto a inserire come "passaggio fondamentale", nella seduta sono  stati poi affrontati alcuni primi adempimenti di natura formale. Già  nella successiva riunione in programma la prossima settimana verranno  inserite all'ordine del giorno delibere da parte delle diverse  Direzioni "per dare subito - ha sottolineato Fedriga - un indirizzo  politico a questa amministrazione regionale".     

CONDIVIDI