"Con la reintroduzione dei voucher andremo a regolarizzare oltre 50 mila persone nel settore agricolo". Ad  affermarlo è il ministro delle Politiche Agricole, Gian Marco  Centinaio che, intervistato dal "Corriere della Sera" riferisce "una  stima della Coldiretti". Gian Marco Centinaio, ministro  dell'Agricoltura, è stato il primo a sollevare la questione voucher.  Adesso ne rivendica il successo. Ma come farete a convincere il  ministro Di Maio? "Gli abbiamo già spiegato che la nostra proposta  prevede dei correttivi indispensabili" risponde Centinaio.       

"Fino a poco tempo fa -spiega- il datore di lavoro si recava in  tabaccheria, acquistava il voucher ma su quest'ultimo non vi erano  indicati né la data né l'ora dell'acquisto, né tantomeno il nome del  dipendente. Dunque poteva succedere che il datore di lavoro  utilizzasse lo stesso voucher per 10 dipendenti nella stessa  giornata".       

La nuova proposta prevede invece che "quando il datore di lavoro  acquisterà il voucher troverà la data, il giorno, l' ora, il nome e il cognome del dipendente" spiega il ministro assicurando di averne già  parlato con il ministro del Lavoro. "Ed è per questo motivo che,  vedrete, cambierà idea. Noi non vogliamo tutelare gli abusi, ma  regolarizzare il lavoro onesto" aggiunge Centinaio. 

CONDIVIDI