"Una vittoria bella, solida, schiacciante, di ottimo auspicio per l'Abruzzo e densa di significati di portata  nazionale". Gaetano Quagliariello, leader di Idea, esulta per la  vittoria del centrodestra in Abruzzo. Il senatore di Fi intona il de  profundis per i Cinque stelle: ''E' evidente la frana del Movimento 5  Stelle, destinato a essere una meteora". Ed "è ancor più evidente",  spiega l'ex ministro , che "il centrodestra è l'unica  vera proposta di governo per il nostro Paese: una proposta che va  riorganizzata e rifondata".       

Per Quagliariello il voto abruzzese ha dato indicazioni precise per la prospettiva politica nazionale e lancia, al fianco della Lega  salviniana, la 'seconda gamba' del centrodestra, una sorta di 'Pdl  2.0': ''Il centrodestra deve reggersi su due gambe. Una, quella  leghista, è già ben strutturata in termini di posizionamento e di  consenso, e premiata da risultati notevoli".       

"C'è invece da lavorare sulla seconda gamba, che -sottolinea-  dev'essere un Pdl 2.0 e riunire tutte le forze di ispirazione  cristiana, liberale, conservatrice, nazionale, ognuna con la propria  storia e la propria identità, e un solido ancoraggio a princìpi comuni e un'idea condivisa per il buon governo del nostro Paese". Questa,  assicura Quagliariello, "è la strada da percorrere senza più indugi, e l'Abruzzo ce l'ha indicata con chiarezza. Rinunciare a percorrerla  sarebbe un errore, innanzi tutto nei confronti degli elettori". 

CONDIVIDI