"In Abruzzo non è andata molto bene, non  posso certo dire il contrario. Ce l'abbiamo messa tutta ma le sfide  elettorali sono complesse e possono anche andare diversamente dalle  aspettative o dall'impegno che uno ci mette. Ora è il momento di fare  una seria ma rapida analisi perché l'obiettivo è migliorarsi. Sempre.  La vita è fatta di alti e bassi, l'importante è andare sempre avanti.  Ed è quello che faremo. Allora guardiamo subito al futuro. La prossima sfida tanto per cominciare: quelle Europee per le quali stiamo  lavorando già da tempo". E' il post pubblicato su Facebook da Sergio  Battelli, deputato M5S e presidente della Commissione Politiche Ue di  Montecitorio.       

"Abbiamo un progetto di rinascita e modifica dell'Unione europea vero, forte e di cambiamento. Partiremo da equità fiscale in tutti gli Stati membri per far sì che le imprese italiane non debbano concorrere con  quelle degli altri Stati ma trovino con esse sinergie per vincere le  sfide di competitività con India, Cina e Stati Uniti, non certo con  Germania, Francia o Spagna", evidenzia l'esponente grillino.       

"Ancora: salario minimo garantito che restituisca forza contrattuale e quella dignità del lavoro che davvero 'nobilita l'uomo' ai lavoratori, vero cuore e motore dell'Unione. E' inaccettabile - insiste Battelli - che la crescita economica si fondi sul dumping sociale: le aziende non devono delocalizzare perché in altri Stati membri il costo del lavoro  vale un quarto rispetto a quello italiano, sono le condizioni del  lavoro a doversi adeguare ai migliori standard Ue. Subito".  

- "Voglio spiegare questo, voglio spiegare a tutti quanti  cosa voglia dire avere un'Unione Europea che funziona e cosa potrebbe  significare avere un'Ue che dà delle risposte vere ai cittadini, cosa  che, finora, non è mai avvenuto. Parlerò e parleremo di temi e di  quello che si può fare davvero, con un chiaro progetto costruttivo e  propositivo, non distruttivo. Vogliamo crescere insieme all'Europa  lasciandoci alle spalle un passato di austerità e rigore", rimarca il  tesoriere del gruppo M5S alla Camera.       

"So che mi attaccherete sull'Abruzzo, me lo aspetto. E se qualcuno si  è sentito abbandonato da noi chiedo scusa ma ora l'importante è andare avanti e superare gli ostacoli con la voglia, la convinzione e il  sorriso. Tutti elementi, ve lo assicuro, rimasti immutati in questi  anni. Un abbraccio amici, mai mollare anche quando ci sono alcuni  scivoloni. Tutto si supera, tutto si sorpassa. A testa alta, come  sempre", conclude Battelli.      

CONDIVIDI