"Eccolo puntuale per scoraggiare e non  costruire. Ops! forse l'amico Toti ha dimenticato che il suo partito è impegnato in un'altra campagna elettorale per le regionali, visto che  il 24 febbraio si voterà in Sardegna. Non si può continuare a sparare  nel mucchio senza avanzare uno straccio di proposta concreta2. Così  Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia. "È  troppo facile -avverte- dipingere un partito arroccato e una classe  dirigente (di cui peraltro lui fa parte a pieno titolo)  autoreferenziale: è un film che abbiamo già visto. I problemi  ovviamente ci sono, ma la soluzione non può essere soltanto fare da  reggicoda al governo Di Maio-Salvini, un governo che è contro lo  sviluppo, le infrastrutture e le imprese".       

"Se vuole davvero dare una mano -prosegue Gelmini-, lo aspettiamo: c'è chi propone di iniziare una mobilitazione contro i provvedimenti  sbagliati di questo governo, andando fuori dal Parlamento. Io più che  attaccata alla poltrona, vorrei stare un po' attaccata ai nostri  banchetti e gazebo, per raccogliere le firme contro il reddito di  cittadinanza, le chiusure domenicali, a favore della Tav. Saremo nelle piazze con i nostri amministratori locali, consiglieri, sindaci e  militanti per proporre l'Italia che vogliamo. Se non ha troppi impegni -conclude l'esponente azzurra- potrebbe venire a darci una mano sotto  la bandiera di Forza Italia?''   

CONDIVIDI