"Ve li ricordate i sondaggi? Quelli  pubblicati per settimane sui giornali di destra? Tracollo Pd! Vola il  centrodestra! E giù commenti e analisi basate su quei dati. Li  ricordate immagino, perché vi avranno preoccupato. Rilassatevi, erano  falsi: non sbagliati, proprio falsi". Lo scrive Matteo Orfini sulla  sua pagina Facebook.       

"Oggi per la seconda volta un quotidiano deve pubblicare una smentita  imbarazzata dopo l'inchiesta dell'Agcom", prosegue il presidente del  Pd sottolineando: "Insomma, falsa la società, falso il sondaggio,  falso tutto. Era già successo a La Verità (complimenti per la scelta  del nome, eh!). Oggi tocca a Il Tempo".      

  Orfini scrive ancora: "Ve lo segnalo perché siamo in un Paese in cui a quanto pare vale tutto. Anche inventarsi sondaggi per provare a far  passare l'idea di aver già vinto le elezioni e poi passarli ai  giornali amici. E chiamare tutto questo politica (o giornalismo).  D'altronde nulla di nuovo: il primo a lucrare sui sondaggi falsi e le  profezie che si auto-avverano fu nel 1994 proprio l'attuale  incandidabile leader - sempre lo stesso - della destra. Seguito a  ruota, in questo imbroglio comunicativo, dal movimento privato di  Casaleggio, con Grillo che da anni e non a caso sul suo blog chiede la chiusura dell'Agcom. Ma, purtroppo per loro, fortunatamente per il  Paese, a questo gioco delle tre carte gli italiani non abboccano più.  Facciamo così: destre e populisti pensassero a vincere i sondaggi, noi pensiamo a vincere le elezioni", conclude.      

CONDIVIDI