"Finalmente il Partito democratico è sceso dal pero. Dopo nove progetti di legge presentati in Commissione, dopo  le esternazioni di Renzi sul Mattarellum e sui capilista bloccati,  finalmente per bocca del loro capogruppo in Affari costituzionali,  Emanuele Fiano, sono venute fuori alcune linee guida". Lo ha detto  Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati,  in un'intervista al Giornale Radio Rai.        "

L'unica nota stonata -ha aggiunto- è questo 'imprescindibile',  evidentemente questo non è lo spirito a cui ci ha chiamato il  Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Si tratta di trovare  una piattaforma il più possibile comune per fare la nuova legge  elettorale, perché se ogni partito e gruppo parlamentare dicesse  'imprescindibile' non si farebbe assolutamente nulla".       

"Noi -ha proseguito- abbiamo la nostra proposta: premio di maggioranza alla coalizione, mini collegi uninominali sul modello delle province,  omogeneizzazione tra Camera e Senato delle soglie d'entrata. C'è un  terreno comune, basta togliere il termine 'imprescindibile'".   

CONDIVIDI