"Mentre il M5S di Palazzo continua a  perdersi in chiacchiere invece di provare a fare un governo, quello di lotta fa una propaganda indecente e mascherata, come al loro solito,  da altro. Quanto sta accadendo nelle scuole di alcune regioni, dove i  grillini propongono un finanziamento denominato 'FacciAmo scuola' è un fatto gravissimo". Lo sottolinea la deputata del Pd, Alessia Morani,  secondo la quale "sembra di essere di fronte a un caso alla "Cambridge Analytica'".       

"Le scuole, per poter accedere alle risorse, devono fornire a un  portale i propri dati sensibili, come email e cellulari, senza che vi  sia nessuna informativa sul trattamento dei dati e senza responsabile  degli stessi. Ne deriva l'evidente rischio di una 'schedatura' degli  Istituti scolastici e delle persone referenti per la scuola. Questo  caso è stato preso in esame anche dal noto debunker David Puente, il  quale ha verificato di persona la mancanza dell'informativa e del  responsabile dei dati".      

  Per queste ragioni ho presentato un esposto al garante della Privacy,  dopo l'interrogazione parlamentare annunciata la scorsa settimana. E'  necessario fare chiarezza sulle modalità di utilizzo di questi dati  sensibili da parte del M5S - conclude la Morani - poiché abbiamo già  visto, con la vicenda che ha coinvolto Facebook, come sia facile  accedere alle vite delle persone e poi manipolarne il consenso".