Un incontro "cordiale". Formula che, viene  specificato da più parti, in questo caso davvero non è di comodo. E'  il senso del faccia a faccia tra Romano Prodi e Matteo Renzi che si è  svolto stamattina. A darne notizia è stato in serata lo stesso  professore al termine di un lungo seminario al Senato sulla Cina.      

  "Ci siamo visti stamattina, ma cosa ci siamo detto non lo dico", ha  rivelato Prodi lasciando palazzo Giustiniani. L'idea di vedersi era  maturata un pò di tempo fa, su impulso dello stesso Renzi, ma  l'incontro alla fine è slittato a oggi per problemi di agenda. Il  segretario del Pd e l'ex presidente del Consiglio avrebbero, da quello che si apprende, affrontato tutte le questioni attualmente sul tavolo  legate al centrosinistra e alle sue prospettive. Renzi ha ascoltato  l'ex premier, che avrebbe sottolineato più volte il valore dell'unità  del centrosinistra e ribadito i suoi 'sentimenti' nei confronti del  Pd: "E' il partito che ho fondato".       

Appena ieri, in occasione della presentazione del suo libro 'Il piano  inclinato', Prodi aveva spiegato: "Non sarò il candidato premier, sono un felice pensionato. Non sono l'unico in grado di unire il  centrosinistra".    

CONDIVIDI