"Riparto ora da Venezia. Ieri sera ho  partecipato ad una delle cerimonie più importanti della  settantaquattresima mostra del cinema di Venezia: la consegna del  leone d'oro alla carriera a Robert Redford e Jane Fonda. La Mostra del Cinema di Venezia è la più antica al mondo. Robert Redford durante la  sua carriera ha deciso di fondare 'Sundance' un'organizzazione  non-profit che promuove giovani attori, registi e produttori emergenti e ha dato vita al Sundance Festival per coltivare e far esprimere il  mondo del cinema emergente". Così su Fb l'esponente M5S Luigi Di Maio.       

"Il Cinema italiano - sottolinea il vicepresidente della Camera - ha  bisogno di un grosso aiuto. Dobbiamo proteggerlo e rilanciarlo, sia in Italia che nel mondo. Il Cinema e l'Arte sono gli ambasciatori di un  Paese nel mondo. Non possiamo assoggettarli solo alle logiche del  business, bensì vanno coltivati come nostra cultura e nostra  identità".       

"La legge sul Cinema non basta. I regolamenti attuativi  - osserva Di Maio - sono in ritardo e in ogni caso avrebbero dovuto  guardare prima di tutto ai nostri piccoli grandi artisti che hanno  bisogno di sostegno dal loro Paese per rilanciare l'arte  cinematografica nel mondo. Il Cinema merita investimenti e sostegno  dallo Stato, un sostegno che deve seguire una sola parola d'ordine:  meritocrazia".       

"Ieri sera, nel tempio del cinema mondiale, non ho potuto fare a meno  di pensare ad uno dei più istrionici e importanti attori italiani che  ci ha lasciato quest'anno: Paolo Villaggio", conclude il parlamentare  M5S.