[caption id="attachment_28765" align="alignleft" width="150"] Michaela Biancofiore[/caption]

A Bolzano si va al ballottaggio tra il candidato sindaco di centrosinistra Renzo Caramaschi, appoggiato da Pd, Sinistra e dalla sua Lista civica, e Mario Tagnin, candidato di Lega Nord-Salvini e del Centrodestra uniti per Bolzano. Caramaschi ha ottenuto il 22,32% dei voti, mentre Tagnin il 18,39%. L'affluenza è stata del 56,14%.  Christoph Baur (Svp) al 15,95%, Caterina Pifano del M5S all'11,55%   Complessivamente erano 13 i candidati sindaci a Bolzano. Il terzo ad aver ottenuto più voti è Christoph Baur (Svp) con il 15,95%. A seguire Caterina Pifano del M5S (11,55%).  Ecco i voti ottenuti dagli altri candidati in corsa: Norbert Lantschner di Rifondazione partito comunista sinistra europea (8,02%),Maurizio Puglisi Ghizzi di Casapound Italia (6,21%),Giorgio Holzmann di Alleanza per Bolzano con Holzmann (4,83%),Angelo Gennaccaro appoggiato da 'Io sto con Bolzano' (4,28%),Anna Pitarelli appoggiata da 'Anna Pitarelli Bolzano sull'onda' (2,29%),Elena Artioli sostenuta dalla lista 'Artioli sindaca' (1,88%),Vanja Zappetti candidata con 'I love my town' (1,61%),Cristian Kollmann di 'Südtiroler Freiheit' (1,53%) e Franco Murano dei 'Pensionati' (1,13%).

"Provo un'enorme tristezza perchè oggi, esattamente come dieci anni fa, l '8 maggio del 2005 - Bolzano poteva festeggiare". L'azzurra Michaela Biancofiore commenta così il voto di Bolzano. "Per non turbare l'iter elettorale del ballottaggio -spiega- intervengo senza polemica con una fredda cronaca dei numeri e lascio al presidente Berlusconi e agli esperti elettorali trarre le conclusioni sull'esito del voto odierno per il rinnovo del sindaco". Il "candidato Tagnin -avverte- preferito al candidato unitario di tutto il centrodestra unito Igor Janes , arriva ad uno scontato ballottaggio col 18,33 %". "Un anno fa -ricorda- la coalizione che lo sostiene aveva il 23 %. La lista unica 'Uniti per Bolzano' con la quale -con mia assoluta contrarietà- si è cancellato il simbolo di Fi, arriva al 7,64%. La somma dei tre partiti che lo compongono alle ultime amministrative era il 12,2 % e i consiglieri eletti erano 6 , scesi oggi a 4. Di questi 4 nessuno è espressione di Fi, che sparisce dal Consiglio comunale del capoluogo altoatesino".  Il "candidato imposto come capolista in quota Fi della lista Uniti dal commissario Gardini -sottolinea - viene superato anche, con rispetto parlando, da un immigrato albanese di prima generazione, con ciò volendo sottolineare che chi non è del luogo è evidentemente più apprezzato di coloro che volevano solo un posto al sole senza mai aver mosso un dito per il partito".

CONDIVIDI