Centrodestra in vantaggio a Corleone,  nel Palermitano. Nel Comune, sciolto per mafia, al termine di due anni di commissariamento si è recato alle urne per scegliere sindaco e  consiglieri comunali il 61,13 per cento degli elettori (6.611 su  10.814). Mentre è ancora in corso lo spoglio delle 12 sezioni, Nicolò  Nicolosi, a capo della lista Nuova luce, con un passato da  parlamentare regionale e già sindaco del paese tra il 2002 e il 2007,  è in vantaggio su Maurizio Pascucci del M5s con il 55 per cento delle  preferenze.       

Il candidato sindaco pentastellato 'ripudiato' dal vice premier Luigi  Di Maio, che ha disertato il comizio di chiusura della campagna  elettorale dopo una foto postata su Facebook che ritraeva il Cinque  Stelle insieme a un nipote acquisito del boss Bernardo Provenzano, si  è fermato al poco più del 26 per cento di consensi. Al terzo posto  Salvatore Saporito, in campo con una lista civica espressione del  centrosinistra.