Si è conclusa a Milano la tre giorni organizzata da LabDem con una grande partecipazione di giovani e numerosi interventi.

Un appuntamento preparato con cura che visto la partecipazione di numerosi personaggi della politica e della società. Da Giorgio Gori, sindaco di Bergamo e candidato alle primarie per Governatore della Lombardia a Salvo Andò a Patrizia Toia a Matteo Mauri e altri esponenti del Pd. Tantissime ragazze e ragazzi provenienti da tutta Italia per approfondire, discutere, formarsi e confrontarsi su "politiche locali per una crescita sostenibile". Un successo di partecipazione e condivisione. Il seminario della Scuola di formazione politica  organizzata dalla Fondazione Attua e LabDem a Milano è stato concluso da Gianni Pittella, deputato europeo e presidente dei Socialisti&Democratici al parlamento Ue che ha colto l’occasione per dichiarare''Dobbiamo puntare a una coalizione larga, dai centristi alla sinistra, con Renzi leader, per contare in Europa.  Altrimenti l'Ue rischia l'implosione''Credo in una coalizione larga, che includa moderati, Calenda, Bonino e i radicali, i socialisti di Nencini, la sinistra di Pisapia e anche  Mdp, ma dobbiamo essere chiari: non imponiamo veti ma non possiamo  riceverne. Mettere tutto in discussione significa far vincere destra o Grillo'', ha aggiunto Pittella. ''Grillo e Salvini, il vero azionista di maggioranza del centrodestra, sono entrambi anti europeisti e - nota Pittella - non farebbero le  riforme che servono all'Ue, cercando invece di distruggerla''.