"Non diamo patenti di colpevolezza solo  perché le persone ricevono un avviso di garanzia". Sono le parole di  Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture, intervenendo ieri  sera a Piazzapulita, che, in merito alle indagini sugli appalti Consip che coinvolgono il padre di Renzi, aggiunge: "Spero che le indagini  arrivino a una rapida conclusione e si stabilisca la verità".       

- Tiziano Renzi, padre dell'ex presidente  del Consiglio Matteo, è indagato dalla Procura di Roma nell'inchiesta  sugli appalti Consip, la centrale acquisti della pubblica  amministrazione. Ieri Tiziano Renzi ha ricevuto un invito a comparire  in cui si ipotizza il reato di concorso in traffico di influenza. I pm di piazzale Clodio sarebbero intenzionati a sentirlo a breve,  probabilmente già la prossima settimana.     

 "Apprendiamo dalle agenzie di stampa che  il signor Tiziano Renzi è indagato per traffico di influenze illecite. Ma dato che Tiziano Renzi è un signor nessuno che influenze illecite  avrebbe trafficato? Viene da chiedersi se l'avviso di garanzia sia per lui o per il precedente Governo...". Lo afferma Roberto Calderoli,  vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio  della Lega Nord.      

CONDIVIDI