"Il governo pensa di poter decidere chi  deve fare il giudice ma questo non è consentito. I governi non possono decidere i giudici". Lo ha detto il presidente dell'Anm Piercamillo  Davigo nella conferenza stampa convocata nella sede dell'Associazione  per spiegare le ragioni della protesta del sindacato delle toghe che  oggi ha disertato la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario  in Cassazione.       

"Noi abbiamo cercato una soluzione che riportasse nell'ambito  costituzionale quanto era accaduto. Era stato preso un impegno ma  questo impegno non è stato rispettato. Quello che è accaduto non può  essere accettato perché è un vulnus che non ha precedenti nella storia della Repubblica, nella indipendenza e autonomia della magistratura.  Questo è il punto in questione decisivo".       

 

CONDIVIDI