Nove persone sono state arrestate dai  Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma  nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica  capitolina, su un'associazione a delinquere finalizzata alla  commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la  Pubblica Amministrazione, nell'ambito delle procedure connesse alla  realizzazione del nuovo stadio della A.S. Roma calcio.      

I militari stanno eseguendo gli arresti emessi dal Gip: per 6 indagati è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per 3 gli arresti  domiciliari.

- "Chi ha sbagliato pagherà, noi siamo dalla parte della legalità". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi  sull'indagine sullo stadio della Roma, che oggi ha portato a 9  arresti. "Al momento non esprimiamo nessun giudizio - ha precisato  Raggi - Aspettiamo di leggere le carte, sappiamo che alle 12 c'è una  conferenza stampa in procura". In ogni caso, ha aggiunto la sindaca,  "se è tutto regolare spero che il progetto possa andare avanti".      

"Luca Lanzalone, braccio destro di Raggi e Nogarin, superconsulente per lo stadio imposto dalla sindaca di Roma  nientemeno che alla presidenza di Acea, è stato arrestato nell'ambito  dell'inchiesta per associazione a delinquere proprio sul nuovo stadio  della Roma. Il 5 marzo, il giorno dopo le elezioni, era al Parco dei  Principi a festeggiare insieme a Luigi Di Maio. Fu mandato a Roma e  Livorno da Genova. Grillo, Di Maio, Raggi e tutto M5s devono molte  spiegazioni. Nessuno parla?". Lo scrive su Facebook il deputato del  Partito democratico Michele Anzaldi.       

CONDIVIDI