"Sono solidale e pienamente in accordo con il nostro senatore Lucio Romano e con la sua posizione favorevole  all'avvio della discussione della legge sulla cittadinanza ai minori  stranieri in Senato. Il fatto che -come era ampiamente prevedibile-  questo provvedimento, già approvato con ampia maggioranza alla Camera, sia stato bloccato costituisce una brutta pagina della politica". Lo  afferma Lorenzo Dellai, presidente di Democrazia solidale.       

"Un segnale di chiusura e di regressione culturale, per nulla motivato da ragioni di sicurezza -aggiunge- ma unicamente finalizzato a  lisciare il pelo alla paura irrazionale della diversità. Spiace  constatare che una parte dei cattivi maestri all'opera da tempo su  questo pericoloso terreno dichiarino del tutto impropriamente, se non  in modo blasfemo, di voler difendere i principi cristiani".   

-Grazie alla Lega, legge sullo ius soli  affossata: la cittadinanza va desiderata, maturata e meritata, non si  regala, né ora, né mai!". Lo scrive su Twitter il segretario della  Lega Matteo Salvini.  

"Destra e Cinquestelle hanno fatto mancare  il numero legale per discutere la nuova legge per la cittadinanza. Un  atteggiamento irresponsabile contro una legge di diritti e di doveri e una scelta di civiltà". Lo afferma il vicesegretario del Pd, Maurizio  Martina.   

CONDIVIDI