"Interessante l'idea di Emma Bonino sui  visti temporanei che, assieme al blocco dei porti e assieme al blocco  navale davanti la Libia, potrebbe essere l'utile deterrente per far  riflettere l'Unione europea". Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo  di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti  in sala stampa a Montecitorio.       

"Seicentomila, quant'è lo stock dei disperati che sono arrivati in  Italia dal 2014 ad oggi, dotati tutti di un permesso temporaneo,  liberi di andare in tutta Europa legalmente senza che l'Europa possa  dire nulla, perché è norma di legge, regolamento, direttiva europea. E dopo vediamo...", sottolinea l'azzurro. 

"Quindi - prosegue Brunetta - bene i permessi  temporanei, ancor meglio, oppure in parallelo, il blocco dei porti e  il blocco navale davanti la Libia, a fini umanitari naturalmente: il  blocco navale si fa per salvare e per riportare in sicurezza sulle  coste libiche gli immigrati".       

"Immigrati che, ricordo, non sono affatto libici, neanche uno viene  dalla Libia, vengono tutti da altri Paesi dell'Africa quasi tutti non  soggetti a guerre e quindi senza le caratteristiche per richiedere  asilo. E Le Ong che vadano a salvarsi l'anima da qualche altra parte  nel mondo", conclude il presidente dei deputati di Fi.